youtube instagram envelop mail4 google-plus google facebook twitter linkedin printer

Sersys servizi ambientali

Car sharing, prove di ripartenza

Sersys Ambiente Rassegna Stampa

 

Rassegna stampa

Car sharing, prove di ripartenza

di Fabrizio De Feo

da Milano Finanza 

La sanificazione dell’auto si avvia a entrare nelle abitudini per milioni di italiani. Se il settore dell’automotive si interroga sui protocolli migliori da adottare, con l’esplosione di un mercato di servizi e prodotti di pulizia ad hoc, il car sharing – per sua natura più esposto a rischi a causa dell’avvicendarsi dei guidatori – va alla ricerca di risposte convincenti da fornire ai propri clienti per convincerli a risalire in auto dopo un marzo e un aprile da incubo.

“Abbiamo studiato protocolli che garantiranno la massima sicurezza” spiega Massimiliano Archiapatti, presidente di Aniasa. “Ogni auto riconsegnata sarà perfettamente sanificata prima di essere nuovamente pronta per un nuovo cliente. Per il car sharing stiamo studiando un sistema di santificazione da remoto che potrà garantire la massima sicurezza”.

Naturalmente la tecnologia potrà essere di aiuto. Un’azienda piemontese, la Sersys Ambiente di Rivoli, per esempio, ha messo a punto un innovativo test in grado di verificare la presenza del virus sui materiali. Il virologo Fabrizio Pregliasco, parlando con Dealerlink, ha sottolineato come le superfici da pulire siano soprattutto il volante, le leve laterali, le maniglie, il cruscotto, il cambio e il freno a mano, senza tralasciare gli schermi touchscreen.

(estratto)